Home
17.jpg
01.jpg

Non soltanto denti forti e in salute, ma anche esteticamente stupendi! Ecco quali sono le possibilità per ottenere questi risultati. “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso” lo disse Charlie Chaplin , uno che di sorrisi a 32 denti se ne intendeva parecchio , pur non essendo un dentista.

Questa frase al giorno d’oggi è più che mai attuale, non soltanto perché la voglia di sorridere è tutt’altro che tramontata ma, soprattutto, perché le richieste di interventi estetici con l’obbiettivo di rendere più belli e smaglianti denti e gengive sono in netta crescita. La ragione? Presto detto : un bel sorriso è la chiave di volta per il successo. In qualunque ambito lavorativo e contesto sociale, poter sfoggiare denti belli e sani significa avere una marcia in più. La maggior parte degli italiani, secondo gli ultimi sondaggi, desidererebbe avere un sorriso come i personaggi dello spettacolo. É per questo motivo che i nostri studi odontoiatrici fanno di tutto per soddisfare i desideri dei propri pazienti, per quel che riguarda la salute della bocca e l’estetica del sorriso.

 

RIDARE LA FORMA MIGLIORE

Fino a pochi anni fa, se un dente era rotto oppure consumato c’era ben poco da fare: o si rimuoveva o si incapsulava. Oggi la realtà è cambiata! Restituire a un dente rovinato la sua forma originaria è possibile, grazie a piccolissime faccette in vetro ceramica, che in pratica sono gusci realizzati con un materiale molto simile al dente. Grazie a questa tecnica straordinaria è possibile rimodellare il profilo di un dente e dargli la forma che più si desidera. In alcuni casi non è neanche necessario intaccare la struttura del dente, infatti le faccette vengono applicate sopra al dente (faccette LUMINEERS); in altri casi il dente va ridotto ma in modo minimale. In entrambi i casi avremo un risultato estetico e funzionale perfetto, realizzabile in 2 o 3 sedute nello studio odontoiatrico.

 

CON LA LUCE TORNANO BIANCHI.

É la prima cosa che si nota quando si parla con qualcuno: il colore dei denti. Negli ultimi anni sono stati messo a punto metodi di sbancamento molto efficaci. Esiste ora la concreta possibilità di sbiancare i denti con trattamenti assolutamente non invasivi eseguiti in una sola seduta. Il trattamento consiste nell’applicazione di un gel sulla superficie del dente e l’attivazione dello stesso mediante una luce alogena. La luce accelera il processo di sbancamento, attivando il principio attivo contenuto nel gel. Il tutto non dà fastidio nè dolore e a casa è possibile effettuare un trattamento di mantenimento. Nel caso in cui l’effetto sbiancante dovesse essere più importante, è possibile ricorrere all’utilizzo del Laser.

 

IL LIFTING DELLE GENGIVE.

Per avere un sorriso smagliante non basta avere denti perfetti: le gengive “rovinate” possono subito saltare all’occhio. Una novità dell’odontoiatria estetica è proprio la possibilità di rifare il profilo alle gengive: un intervento che richiede dentisti specializzati in parodontologia. In pratica, consiste nell’eliminazione delle parti di gengiva in eccesso, da un lato, e nell’aggiunta là dove mancano. Per fare tutto ciò le strade sono due: il bisturi oppure il laser. Quest’ultimo offre una maggiore precisione. L’unica controindicazione, a prescindere dalla metodica usata, è la presenza di gengive infiammate, che potrebbero aggravarsi in seguito all’intervento, ma in questi casi è il dentista stesso che rifiuta di eseguire il lifting gengivale. Il tempo necessario per l’intervento varia da caso a caso. Per poter operare in questo settore, ovvero quello della parodontologia, diventa fondamentale per noi medici odontoiatri avvalerci di una figura professionale tanto nuova quanto indispensabile: l’Igienista Dentale, che con il proprio intervento renderà possibila la maggior parte degli interventi.

 

OTTURAZIONI: IL TRUCCO C’E’ MA NON SI VEDE.

Quando compare una carie, l’unico rimedio è l’otturazione. Anni fa si usava l’amalgama di argento con dubbi risultati estetici, oltrei ai problemi tossicologici (conteneva mercurio), soprattutto in caso di numerose otturazioni. Oggi quella che va per la maggiore è l’otturazione estetica: per eseguirla si utilizzano materiali come le resine composite, che si mimetizzano perfettamente. In alternativa si possono usare gli intarsi in vetroceramica, lo stesso materiale delle faccette usate per i denti rovinati: questi garantiscono un risultato perfetto, migliore delle resine composite. Se il dente non può più essere otturato, ma deve essere ricoperto protesicamente (incapsulato), abbiamo la possibilità di utilizzare corone meta ree, cioè costruite totalmente in ceramica e mediante la tecnologia CAD CAM: oltre all’estetica e alla funzionalità, si ottiene il massimo della precisione! Possiamo, quindi, concludere che queste innovazioni permettono di far tornare il sorriso ai nostri pazienti; è importante non tralasciare, però, le periodiche visite di controllo e di igiene orale, per mantenere la salute del sorriso ritrovato!

 

Articolo pubblicato sul numero 3 di Essere Benessere

Iscrizione alla Newsletter

Libri

Amazon Yoga della Risata

 

 

Studio Odontoiatrico Ferrato dr. Valter

via XX Settembre nr.186 - 14048 Montegrosso d'Asti (AT)

C.F. FRRVTR66R27A479T - P.I. 01168710059 - Cookie - Privacy

 

NOTA! Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, nostri e di terze parti, al fine di migliorarne la navigazione

Continuando la navigazione l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Approvo Privacy & Cookies Policy

Approvo